bangkok wat arun guardiani

 BANGKOK COSA VEDERE WAT ARUN CHINATOWN

Bangkok Wat Arun e Chinatown, visita, cosa vedere, dove andare, cosa fare, consigli e guida su itinerario di viaggio in Thailandia…

COMINCIA IL VIAGGIO!

gallery Thailandia!!

VENERDI’ 22 FEBBRAIO

Ultima giornata intera a Bangkok, dopo aver riconsegnato l’auto il giorno precendente…Purtroppo le otto del mattino non è l’orario adatto per prendere lo skytrain per il centro…il primo era strapieno…

SKYTRAIN

Sul successivo sono riusciti a salire solo Sandro e Alessio. Abbiamo avuto il tempo di dirci che ci saremo visti al capolinea che le porte si sono chiuse separandoci…Mattia ed io siamo stati più fortunati….perchè il treno seguente è arrivato subito e poi era mezzo vuoto…proveniva dall’aeroporto…e non faceva molte fermate. 

Abbiamo approfittato per sederci e goderci la corsa guardando sia i thailandesi che erano completamente immersi con la testa nei loro smartphone (come in tutto il mondo) facevano giochetti, consultavano internet, guardavano foto…ma abbiamo ammirato anche il panorama esterno sulle casette a uno o due piani che ci scorrevano sotto (noi eravamo su una sopraelevata) a volte immerse nella vegetazione o in mezzo ai canali…

Arrivati al capolinea c’è stato un momento di smarrimento…nel vero senso della parola…Sandro e Alessio non c’erano…ed erano partiti prima di noi…non sapevo che fare..non potevo uscire dalla metropolitana perché i gettoni (invece del biglietto usano dei gettoni ) li aveva Sandro….con un po’ di strizza stavo pensando di prendere di nuovo la metropolitana e andare alla fermata precedente…mentre rimurginavo sul da farsi sono sbucati sandro e alessio sull’altra banchina…a quanto pare il treno che avevo preso io essendo più veloce viaggiava su un altro binario….loro invece avevano fatto tutte le fermate….

TAXI A BANGKOK

Usciti dalla stazione della metro con l’intenzione di prendere un taxi per andare al Wat Arun un tempio sull’altro lato del fiume Chao Phraya ma la cosa non si è rivelata semplice…i taxi erano tutti impegnati o non erano propensi ad arrivare fin lì, alla fine abbiamo optato per un tuk tuk che costava di più nonostante le contrattazioni..

Anche i taxisti preferiscono contrattare e sono più reticenti ad accendere il tassametro che li fa guadagnare di meno…Inizialmente volevamo raggiungere il tempio direttamente sull’altro lato del fiume in questo modo invece siamo andati alla fermata dei traghetti dietro il palazzo reale. 

 

bangkok wat traversata del fiume
bangkok wat traversata del fiume

WAT ARUN

Da qui in meno di 5 minuti siamo arrivati a destinazione …super affollato di turisti e thailandesi e il caldo e l’afa cominciavano ad arrivare…

Qui si il principale scopo è la scalata dell’enorme chedi….molto molto ripido….che…  i bambini hanno affrontato  con molto entusiasmo…così metà del problema era risolto..

Wat Arun è stato costruito durante la dinastia di Ayutthaya quando si  trasferì e fondò l’attuale Bangkok per conservare la statua del Buddha di smeraldo poi risistemata nel Wat Phra Kaeo dall’altra parte del fiume vicino al Palazzo Reale.

La parte più suggestiva del complesso è il chedi centrale con terrazze e completamente rivestito di frammenti di porcellane portate dai fedeli e al quale è possibile accedere per ammirare le stupende viste sulla città.

 

bangkok wat arun entrata
bangkok wat arun chedi decorato
bangkok wat arun salita
bangkok wat arun panorama
bangkok wat arun tetti del tempio
bangkok wat arun decorazioni
bangkok wat arun guardiani
bangkok wat arun punta del tempio
bangkok wat arun corridoio decorato
bangkok wat arun decorazioni con piastrelle
previous arrow
next arrow
previous arrownext arrow
Slider

 

File continue di statue di guardiani (mezzi uomini e mezzi uccelli) sostengono le varie terrazze.

Alla base del chedi quattro edifici, i  Mandapa,  rappresentano i punti cardinali e ospitano sculture che simboleggiano la vita del Buddha (nascita, meditazione, primo sermone e morte).

ALTRI TEMPLI E CHIESE

Sulla stessa sponda si trovano anche:

La chiesa portoghese di Santa Cruz con volta a botte decorata con colori blu e rosso.

Wat Kalayanamit molto imponente con influenze cinesi.

Wat Prayoon  detto “montagna tartaruga” è tutto bianco con un enorme chedi e circondato da un portico e 18 chedi più piccoli e una recinzione in ferro.

MERCATI

Ripreso un altro taxi siamo tornati sull’altra riva oltrepassando il Memorial Bridge del re Rama I e siamo scesi al mercato dei fiori il Pak Khlong Talat il più grande della Thailandia aperto 24 ore al giorno.

Qui si trovano fiori di tutto il mondo ed è pieno zeppo di bancarelle ognuna specializzata in un genere floreale. Profumi inebrianti ovunque. Thailandesi che comprano fiori di loto per i templi..di tutto e di più…ma anche la frutta fa la sua figura spettacolare.

 

bangkok mercato fiori
bangkok mercato fiori corone
bangkok mercato fiori mazzi di orchidee
bangkok mercato fiori bouquet di rose
bangkok mercato fiori venditrice
bangkok mercato cuori di fiori
previous arrow
next arrow
previous arrownext arrow
Slider

 

Un frutto  particolare è il Durian una specie di noce di cocco ovale pieno di punte esterne che emana un fetore pazzesco e che è vietato trasportare sui mezzi pubblici, pare comunque che sia una ghiottoneria dal sapore dolcissimo…

Il quartiere di Pahurat è Little India, qui ci sono un sacco di negozi di abbigliamento  e ristoranti gestiti dagli Indiani, bancarelle infinite in mezzo ai vicoli stretti. Nei dintorni si trova anche una centro commerciale non molto grande tipico l’Old Siam Plaza. In questa zona induista si trova una grande statua del dio Gamesh.

Il Nakhom Kasem è un quartiere che un tempo ospitava il mercato dei ladri che rivendevano la refurtiva, oggi è specializzato in articoli elettrici.

Il Wat Chakrawat è famoso per la presenza di coccodrilli nel laghetto antistante. Ho parlato con un giovane monaco che mi ha spiegato il motivo per cui ci i coccodrilli e della sua vita monastica.

 

bangkok tempio con coccodrillo
bangkok tempio con coccodrillo

 

bangkok dialogo con il monaco
bangkok dialogo con il monaco

CHINATOWN A BANGKOK

E’ un quartiere molto frenetico ed è uno dei più antichi della città  con lunghi viali caotici pieno di negozi, farmacie che vendono strane polveri come rimedi contro i malanni.

I cinesi sono arrivati in Thailandia fin dal 14’ secolo per i loro commerci e furono i primi a stabilirsi in questa zona prima ancora che Bangkok diventasse la capitale.

A segnalare il quartiere è stato costruito il Chinatown Gate  molto pittoresco  dove vengono fatte offerte e preghiere e si trova su una rotatoria. 

 

bangkok chinatown incrocio
bangkok chinatown spezie
bangkok chinatown venditrice
bangkok tempio a chinatown
previous arrow
next arrow
previous arrownext arrow
Slider

 

Il Wat Traimit è il  tempio nel quale è custodita la statua di Buddha più grande del mondo in oro  massiccio è alta quasi tre metri e pesa 5.5 tonnellate.

 

 

bangkok tempio a chinatown
bangkok fregio in legno del tempio
bangkok tempio con il buddha dorato
bangkok tempio
previous arrow
next arrow
previous arrownext arrow
Slider

 

Ma il tempio cinese principale è il Wat Mangkon Kamalawat nel quale si fanno i festeggiamenti durante il capodanno cinese.

Con il taxi abbiamo raggiunto la stazione  ferroviaria centrale  di  Hua Lamphong  di Bangkok dall’architettura neorinascimentale all’esterno e un po’ retrò all’interno.

 

bangkok stazione centrale
bangkok stazione centrale

 

bangkok stazione ferroviaria
bangkok stazione ferroviaria

 

Con un tuk tuk siamo andati di nuovo nella zona dei grandi centri commerciali ed esattamente sotto i binari dello skytrain che è sopraelevato dove si trova un altro famoso tempietto , Erawan Shrine  circondato da alti palazzi.

 

bangkok fedeli in preghiera
bangkok tempio nell'incrocio
bangkok preghiere
previous arrow
next arrow
previous arrownext arrow
Slider

 

Proprio per la costruzione di uno di questi è stato eretto il tempietto in modo da propiziarsi il favore degli dei. Spesso ci sono anche delle ballerine con i vestiti tipici che ballano al suono strumenti musicli thailandesi.

BAYOKE SKY TOWER

All’una siamo andati al ristorante prenotato il giorno precedente sulla Bayoke Sky Tower.

Eravamo al 46 piano con un tavolo accanto alle vetrate dalle quali ammirare il panorama sulla città. Ce la siamo presa con calma in modo da poter assaporare ogni cibo che veniva proposto al buffet internazionale e thailandese.

 

bangkok baiyoke sky tower pranzo
bangkok bayoke sky zuppa
bangkok bayoke sky pranzo
bangkok baiyoke sky tower dolci assortiti
previous arrow
next arrow
previous arrownext arrow
Slider

 

Sazi dopo due ore siamo saliti al 48’ piano dove c’era la piattaforma panoramica girevole.

 

bangkok baiyoke sky tower panorama su autostrade
bangkok baiyoke sky tower vista dall'alto
bangkok baiyoke sky tower vista sulla metropolitana
bangkok baiyoke sky tower piattaforma panoramica
bangkok bayoke sky vista su incrocio autostradale
previous arrow
next arrow
previous arrownext arrow
Slider

DUSIT

Poi ci siamo recati nel quartiere di Dusit un po’ decentrato e per questo abbiamo avuto difficoltà a raggiungerlo con i taxi, abbiamo preso infatti un tuk tuk…

Lo Zoo di  Dusit è molto tranquillo  e non è grandissimo e molte gabbie sono vuote…un po’ desolante.

 

bangkok zoo dusit zebre
bangkok zoo dusit viale
previous arrow
next arrow
previous arrownext arrow
Slider

 

Vicino si trova l’ex palazzo reale di Dusit abitato da vari re thailandesi  che è composto da 13 edifici fra cui:

 Vinmamek bello da vedere soprattutto perché è stato realizzato tutto in teak ed è il più grande del mondo del suo genere.

L’Ananka Samakhon Throne Hall è un imponente palazzo utilizzato come sala di ricevimento e ancora oggi per speciali eventi dai reali. E’  stato progettato   in stile rinascimentale da architetti italiani ed è in  parte in marmo di Carrara. All’interno ospita un museo con oggetti artigianali ma anche capolavori di arte orafa e intaglio del legno.

Villa Anphorn Sathan un complesso residenziale reale.

Alle sei abbiamo ripreso un tuk tuk per arrivare al Lumphini Park un enorme parco cittadino meta  ideale per passeggiate e footing. Vi si tengono molte lezioni di yoga e Tai Chi.  È ricco di vegetazione tropicale, con due laghetti, un giardino di palme e bambu’. Caratteristica è la presenza dei varani….lunghi anche due metri…Nel parco vi si tengono anche concerti e spettacoli.

 

bangkok lumphini park ginnastica on the street
bangkok lumphini park piazzale
previous arrow
next arrow
previous arrownext arrow
Slider

PATPONG

Uno dei quartieri notturni più famosi specialmente per gli adulti è Patpong…quartiere a luci rosse con i suoi go-go- bar e discoteche, che hanno fatto conoscere la Thailandia come meta turistica sessuale molto gettonata…

Noi ci siamo andati che era ancora un orario “tranquillo” dove c’era la possibilità di dedicarsi allo shopping sfrenato…di tarocchi…qui come in molte altre zone della città vendono molti oggetti  contraffatti, cominciando dalle magliette agli orologi e quant’altro…

I bambini erano un po’ in soggezione perché anche qui le ragazze in vestiti succinti li chiamavano mettendoli in imbarazzo…

 

CONTINUA IL VIAGGIO!

gallery Thailandia!!

Please follow and like us:
error

Leave a Comment

error: Content is protected !!