Central Park

CENTRAL PARK NEW YORK COSA VEDERE COSA FARE

Central Park di New York, cosa vedere, cosa fare, dove andare, come arriare, guida e itinerario di viaggio negli Stati Uniti…

comincia il viaggio!!

 

IL PARCO

Abbiamo proseguito la  domenica alla maniera newyorkese, passeggiando nel grande polmone verde della città, il mitico Central Park.

Prima di cominciare il giro è assolutamente consigliabile munirsi di una bella mappa dettagliata poichè il parco è veramente vasto ed è facile perdere l’orientamento!

CENTRAL PARK STORIA

L’origine del parco risale al 1873, dopo decenni di lavori ed espropri, proprio per permettere agli abitanti della città di avere uno spazio verde dove svagarsi.

Central Park vista sul San Remo Building
Central Park vista sul San Remo Building

I progettisti si sono ispirati ai grandi parchi parigini e londinesi e per rendere la zona adatta all’impianto di  grandi alberi, è stata portata terra da altri luoghi e allo stesso tempo rimosso materiale pietroso.

Reservoir del Central Park
Reservoir del Central Park

Grandi porzioni di terreni acquitrinosi e melmosi sono stati bonificati, creando il grande Reservoir e il lago di Harleem Meer a nord. 

Harlem meer nel Central Park
Harlem meer nel Central Park

Avvallamenti e collinette  rendono Central Park movimentato con diversi habitat come  boschetti e grandi spazi erbosi come lo Sheep Meadows e il Great Lawn.

The lake nel Central Park
The lake nel Central Park

Per ricreare una vera oasi di pace, le strade che lo attraversano si trovano a un livello inferiore o comunque sono mimetizzate in mezzo alla vegetazione.

Carrozze a Central Park
Carrozze a Central Park

Un grande percorso circolare, lungo oltre 9 km, è a disposizione di corridori e ciclisti.

Pista ciclabile Central Park
Pista ciclabile Central Park

Il parco è suddiviso in varie aree sportive, ci sono piste di pattinaggio, campi sportivi, zone adibite all’equitazione, campi da tennis,  pareti di roccia attrezzate e parchi giochi.

Campi di baseball Central Park
Campi di baseball Central Park

PER I BAMBINI

Attrazioni come la storica giostra Carousel al coperto e la scultura bronzea di Alice nel Paese delle Meraviglie sono un vero must da non perdere soprattutto per i bambini. Tuttavia  nel parco si possono trovare  ovunque statue come quella di Balto, l’eroico cane Husky, o quella di Hans Christian Andersen luogo di incontro dove vengono raccontate le favole il sabato mattina.

Barchette a central park
Barchette a central park

Bello è il Conservatory  Water, il laghetto dove si possono far navigare delle barchette a vela telecomandate che si noleggiano in un edificio adiacente.

COSTRUZIONI

Il fantasioso  Belvedere Castle è stato costruito usando diversi stili architettonici alla fine del 1800. Esso aveva la funzione di torretta di  osservazione sul parco.

Castello di Belvedere Central park
Castello di Belvedere Central park

Per le sue forme scenografiche è stato spesso utilizzato nei film come location.

Belvedere castle Central Park
Belvedere castle Central Park

L’edificio ospita una stazione metereologica e delle sale espositive su argomenti naturalistici. Dalla sua terrazza si può ammirare il Turtle Pond, il laghetto con le tartarughe e the Ramble, il boschetto  con saliscendi dove praticare il birdwatching, grazie alla  ricchezza di avifauna presente.

Nei pressi si trova un altro interessante ponte, l’Oak Bridge o anche detto Bank Rock Bridge, in ghisa e pavimentazione di tavole di legno.

Conservatory garden viale
Conservatory garden viale

Sempre vicino alla zona del Belvedere Castle ci si imbatte nello Shakespeare Garden, un giardino fiorito dedicato al poeta inglese dove citazioni delle sue opere sono riportate su targhe in bronzo disseminate per i sentieri.

Conservatory garden Central Park
Conservatory garden Central Park

Nell’adiacente Delacorte Theater, un anfiteatro, specie in estate  vi si tengono rappresentazioni teatrali  delle opere di Shakespeare, ma anche di molti altri autori.

Conservatory garden
Conservatory garden

PONTI E FONTANE

Bethesda Fountain Central Park
Bethesda Fountain Central Park

Il Central Park è abbellitto con varie fontane e molti ponti che lo rendono ancora più incantato.

Bethesda Fountain di Central Park
Bethesda Fountain di Central Park

La Bethesda Fountain si trova sull’omonima terrazza dalla quale si gode una spettacolare vista sul Lake nel quale si possono noleggiare delle barchette.

Bethesda fountain Central Park
Bethesda fountain Central Park

La fontana in bronzo è decorata con l’angelo purificatore delle acque e sovrasta quattro cherubini che rappresentano la temperanza, la purezza, la pace e la salute.

Bethesda fountain
Bethesda fountain

La Bethesda Terrace è costituita da due livelli che si collegano con due scalinate laterali. Particolarmente bello è il sottopassaggio in pietra con arcate e il soffitto piastrellato, chiamato Minton Tile Ceiling recentemente restaurato.

Tramite questo passaggio si arriva  direttamente sul Mall, un lungo viale alberato del parco molto suggestivo soprattutto in primavera e autunno.

Uno dei ponti più fotografati di Central Park è il Bow Bridge fatto  in ghisa nel  1862. Originale è la sua ringhiera con decorazioni circolari cdalle quali deriva il suo nome, arco, per la somiglianza con l’arco di un violino.

Bow Bridge Central Park
Bow Bridge Central Park

Il Bow Bridge è un ponte pedonale e collega le due sponde del Lake di fronte alla Terrazza Bethesda.

Rainbow bridge Central Park
Rainbow bridge Central Park

MEMORIALI

Sempre in prossimità del Lake, si trova Strawberry Fields Memorial,  il monumento dedicato a John Lennon,  che prende il nome proprio dalla sua famosa  canzone.

Memoriale a John Lennon a Central Park
Memoriale a John Lennon a Central Park

Il memoriale è stato costruito con le donazioni degli artigiani Campani alla città di New York. Esso è costituito da un mosaico circolare in bianco e nero, che riproduce quello pompeiano,  conservato al museo nazionale di Napoli.

Il memoriale è sempre addornato di fiori e oggetti portati dai  fan di John Lennon che arrivano da ogni parte del mondo.

Suggestivi sono i sottopassaggi dei vari ponti, che permettono di compiere passeggiate nei sentieri sottostanti e collegano i viali. Ognuno di essi possiede forme e decorazioni uniche con diversi stili architettonici.

ARCHI E SOTTOPASSAGGI

Il Greywacke Arch, nei pressi del Metropolitan Museum,  ha una forma  a ferro di cavallo con una decorazione a punta.

Il Trefoil è riconoscibile dalla sua forma a trifoglio. L’Inscope possiede una forma tondeggiante massiccia. Il Playmates,  conduce alla giostra Carousel, ed è abbellito con fasce alternate di mattoni rossi e gialli.

ZOO DI CENTRAL PARK

Lo storico Central park Zoo non è molto grande ma è comunque piacevole da visitare. Belle è sono la vasca dei leoni marini posizione centrale e una zona dedicata alla flora tropicale.

Sul perimetro del Central Park si affacciano ben tre rinomati musei: l’enorme Museo di Storia Naturale, il Met o Metropolitan Museum of Art e il moderno Guggenheim di arte moderna.

EVENTI A CENTRAL PARK

L’enorme parco è utilizzato anche per manifestazioni sportive e musicali facilitate dai grandi spazi aperti dove allestire palchi dove artisti internazionali si esibiscono nei loro concerti richiamando migliaia di spettatori.

Reservoir Central Park
Reservoir Central Park

A central park inoltre termina la famosa maratona di New York, esattamente davanti al mitico Tavern on the Green, uno storico ristorante anch’esso apparso spesso nei film e meta di famosi personaggi americani.

Tavern on the green a Central Park
Tavern on the green a Central Park

La passeggiata è stata molto stancante  per le grandi distanze fra i vari punti di interesse e per le alte temperature della giornata, quasi 30 gradi!  E pensare che il giorno prima sembrava di essere in autunno inoltrato.

Spettacoli a Central Park
Spettacoli a Central Park

In ogni caso siamo entrati nello spirito di una tipica giornata americana, con gente che correva, si divertiva a guardare gli spettacoli degli artisti di strada, famiglie con i figli piccoli che si divertivano  e se ne stavano sdraiati sui prati a prendere sole e rilassarsi.

Per completare il quadro non ci siamo fatti  sfuggire uno spuntino a base di hot dog. Proprio  davanti al  museo che dovevamo visitare, c’erano infatti i tipici carretti che li vendevano. Ci siamo fatti quindi un break ristoratore a base di queste leccornie americane accompagnate da salse e cipolle arrostite.

Seguendo l’esempio dei cittadini di New York ci siamo sistemati   pigramente sull’erba del favoloso Central Park prima di cominciare la visita del Met.

continua il viaggio!!

Please follow and like us:
error

Leave a Comment

error: Content is protected !!