Civic Center e Brooklyn Bridge

CIVIC CENTER E BROOKLYN BRIDGE N.Y. COSA VEDERE

Civic Center e Brooklyn Bridge New York, cosa vedere, dove andare, come arrivare, cosa fare, guida e itinerario del viaggio on the road negli Stati Uniti…

 

comincia il viaggio!!

 

CIVIC CENTER

La metropolitana ci ha condotti nella zona del Civic Center dove si concentrano gli Uffici dell’amministrazione pubblica della città.

Pompieri newyorkesi
Pompieri newyorkesi

Il Municipio, chiamato City Hall, è posizionato in mezzo al  City Hall Park, che è abbellito con fontane e panchine. L’edificio in stile rinascimentale, è costituito da due ali disposte ai lati di un padiglione centrale. Attualmente è il più vecchio Municipio  degli Stati Uniti.

Il vicino Tweed Courthouse, in stile neoclassico,  è un altro edificio storico della città,  che viene utilizzato  come sede del Dipartimento dell’istruzione, Tuttavia,  in origine è stato il  primo tribunale della città, conosciuto soprattuto per l’alta corruzione dei funzionari pubblici del 1800.

Uno dei primi grattacieli di New York, il più alto del mondo per un certo periodo, è il WoolWorth Building, che si affaccia sempre sul Civic Hall Park.

Woolworth Building
Woolworth Building

Il palazzo  è alto 60 piani ed è in stile gotico, con il tetto a punta rivestito di rame.

Woolworth building
Woolworth building

Nell’adiacente piazzetta di Foley Square spicca la Corte suprema la cui facciata è decorata con colonne corinzie. E’ facilmente riconoscibile perché è apparsa centinaia di volte nei film giudiziari americani.

New York county courthouse
New York county courthouse

BROOKLYN BRIDGE

Ci siamo diretti poi a piedi verso il Ponte di  Brooklyn, decidendo  di fare uno spuntino prima di attraversarlo. Mentre stavamo in coda per prendere degli hot dog, davanti a noi abbiamo riconosciuto Flavio Insinna, il presentatore/attore italiano così ci siamo messi a ridere.

Imbocco ponte Brooklyn
Imbocco ponte Brooklyn

Per attaccare bottone, visto che si era girato e ci aveva guardato, gli abbiamo chiesto scherzando se fosse venuto a buttare i pacchi dal ponte di Brooklyn… e lui ridendo alla nostra battuta, ha risposto che si trovava a New York, per conto della Rai, a presentare dei telefilm italiani. Abbiamo scambiato quattro chiacchiere poi siamo andati per la nostra strada.

STORIA

Il ponte di Brooklyn unisce Manhattan all’omonimo borough, Brooklyn.  Questa opera di ingegneria è stata completata nel 1883 ed è stato per molto tempo il ponte sospeso più lungo, con i suoi 1800 metri, ma molti operai, e il progettista compreso, sono morti per portarlo a termine.

Il ponte è sostenuto da cavi sospesi tra due torri di granito, distanti fra loro 500 metri circa,  che poggiano su enormi cassoni sommersi costruiti in profondità per renderlo stabile.

Pier 17 dal ponte di Brooklyin
Pier 17 dal ponte di Brooklyin

Le corsie per le automobili sono sei, tre per ogni direzione, inoltre un passaggio sopraelevato permette di attraversarlo a piedi o in bicicletta. È preferibile scegliere una bella giornata perché c’è sempre molto vento,  inoltre dall’inizio della promenade alla fine ci sono più di due km di percorso che, fino alla zona centrale è in leggera salita.

Corsie del Ponte di Brooklyn
Corsie del Ponte di Brooklyn

BROOKLYN BOROUGH

Una volta raggiunta Brooklyn, scendendo dal ponte ci si ritrova a DUMBO, ossia Down Under Manhattan Bridge Overpass. Si tratta di un vecchio quartiere industriale dove gli edifici  in mattone sono stati trasformati in loft, appartamenti lussuosi e gallerie d’arte.

Particolarmente bello e scenografico è il Brooklyn Bridge Park, lungo l’East River, da dove ammirare Manhattan, magari stando seduti sulle scalinate del  Peeble  Beach.

La Jane’s Carousel, una giostra di cavalli storica che risale al 1922  è situata all’interno di una struttura moderna in vetro e si affaccia sul fiume regalando belle vedute.

PONTI SULL’EAST RIVER

Altri due ponti  attraversano l’East River:

Il Manhattan Bridge, di colore blu, ha quattro corsie stradali sul livello superiore e tre sul quello inferiore oltre a quattro binari della metropolitana e la corsia per i pedoni e le biciclette. Questo ponte è famoso per essere stato immortalato nel film “C’era una volta in America” con Robert de Niro. Anche questo ponte è lungo oltre 2000 metri.

  • Manhattan Bridge
    Manhattan Bridge

Il Williamsburg bridge, è forse il meno scenografico, ma serve per raggiungere l’omonimo quartiere di Brooklyn, che in questi ultimi anni è diventato centro vitale, con ristoranti, negozi alla moda e vintage, artisti di strada, installazioni, mercatini e parchi.

  • Panorama dal Brooklyn Bridge
    Panorama dal Brooklyn Bridge

 

continua il viaggio!!

Please follow and like us:
error

Leave a Comment

error: Content is protected !!