High Line

HIGH LINE-HUDSON YARDS N.Y.COSA VEDERE

High Line, Hudson Yards, The Shed, The Vessel, The Edge, Whitney Museum, Jacobs K. Javits Convention Center, cosa vedere, dove andare, come arrivare, cosa fare, guida e itinerario a New York…

comincia il viaggio New York!!

comincia il viaggio New England!!

New York gallery!!

New England gallery!!

STORIA DELL’HIGH LINE PARK

Vecchi binari sulla High Line
Vecchi binari sulla High Line

Una delle nuove zone verdi e pittoresche di New York è proprio la High Line, che come dice il nome si trova sugli ex binari  di una vecchia linea ferroviaria dismessa.

High Line panchine
High Line panchine

Questo “parco”, completato nel 2014, si estende da Gansevoort Street fino alla 34th street per una lunghezza di oltre due km e a un’altezza di 9 metri dal suolo.

High Line parco
High Line parco

Un comitato di quartiere ha contribuito alla nascita di questo parco. Ha combattuto contro la demolizione della sopraelevata, che era utilizzata da una linea ferroviaria ormai dismessa.

High Line parco
High Line parco

Le viste spettacolari sugli edifici circostanti, alcuni perfino attraversati dal suo percorso, e sul traffico la rendono un must nella visita della città.

High Line ristoranti
High Line ristoranti

Ci sono addirittura visite guidate che permettono di scoprire storie dei luoghi adiacenti, come il Pier 54 dove avrebbe dovuto attraccare il Titanic al suo tempo.

L'edificio di Zaha Hadid a New York
L’edificio di Zaha Hadid a New York

La strada rialzata è completamente adornata da giardini dai diversi stili e piante particolari curati da una fondazione.

Chelsea murales dalla High Line
Chelsea murales dalla High Line

E’  possibile rilassarsi sulle innumerevoli panchine e osservare tutto ciò che accade intorno dimenticando di trovarsi in una metropoli.

L'orologio sulla High Line
L’orologio sulla High Line

In corrispondenza della 10th avenue si può osservare un punto panoramico sul traffico sottostante stando seduti sulle gradinate di legno.

High Line vista sulle strade
High Line vista sulle strade

Per accedere al parco ci sono diversi ingressi dalle varie streets che questa linea attraversa, tramite scale o ascensori. Gli orari variano a seconda della stagione, dalle 7 del mattino alle 19 in inverno o 23 in estate.

High Line vista su Hudson Yards
High Line vista su Hudson Yards

WHITNEY MUSEUM

Nella parte meridionale  della High Line, si trova questo vasto museo di arte moderna statunitense progettato da Renzo Piano con una forma asimmetrica.

La sede attuale del museo si è trasferita in questo moderno edificio nel 2015, mentre prima era localizzato sulla Madison Avenue.

La fondatrice, la scultrice Getrude Vanderbilt Whitney, si era posta come obiettivo di esporre solo opere di artisti americani ancora sconosciuti.

In realtà con il passare del tempo, anche quadri e sculture di artisti già affermati vennero accettati così le collezioni si sono ampliate. Da qui la scelta di cercare una nuova ubicazione, molto più ampia e luminosa.

E’ possibile ammirare una vista spettacolare sul fiume Hudson dalle terrazze dei piani superiori del museo o dalle grandi vetrate delle sale espositive e ristorarsi nei  bar e ristoranti che offrono un’ampia scelta di cibi e bevande.

HUDSON YARDS

Hudson Yards New York
Hudson Yards New York

Sull’altra estremità della High Line è sorto negli ultimi anni il nuovissimo quartiere di Hudson Yards.

Hudson Yards prospettive
Hudson Yards prospettive

Si tratta di un complesso di edifici ultramoderni dalle forme più disparate che costituiscono un nuovo polo di attrazione per i turisti, con centri commerciali, piattaforme panoramiche, installazioni incredibili, centri polifunzionali.

Il suo incredibile colpo d’occhio contrasta con i quartieri limitrofi, primo fra tutti Chelsea, costituito da edifici perlopiù di mattoni e scale antincedio esterne.

THE VESSEL

Questa struttura ovoidale, alta 15 piani, è stata ideata dal designer inglese Thomas Heatherwick, ed è costituita da ben 154 rampe di scale, con 2500 scalini e 80 piattaforme panoramiche.

Hudson Yards e l'Empire State
Hudson Yards e l’Empire State

Lo scopo dell’artista era creare un luogo di aggregazione per la gente. Sembra che l’architetto designer abbia preso spunto dal profondo pozzo di Chand Baori, costruito in India nel Rajastan, formato anch’esso da infinite scalinate, che in quel caso scendono verso le profondità della terra.

Altri dicono che l’installatione sia ispirata dalle opere dell’artista olandese Maurits Cornelis Escher, con i suoi dipinti.

The Vessel le scale
The Vessel le scale

In ogni caso salire e scendere questa struttura fantasiosa regala sensazioni incredibili, grazie alle sue superfici a specchio e la sua forma a nido d’ape, senza contare i meravigliosi panorami che si possono scorgere dai vari punti di osservazione.

Le scale del Vessel
Le scale del Vessel

Questa opera si trova in mezzo ai palazzi dell’Hudson Yards, che la fanno sembrare ancora più preziosa e bizzarra, scorgendola da lontano. Attenzione alle vertigini….in ogni caso è possibile salire anche con degli ascensori.

Panorama dal The Vessel
Panorama dal The Vessel

Attualmente la visita non è a pagamento, ma occorre prenotare on line, con molto anticipo, per potervi accedere.

THE SHED

Un altro incredibile edificio, che fa parte dell’Hudson Yards, è The Shed. Si tratta di  una struttura movibile, formata da un edificio fisso sul quale è disposto un guscio che scorre su dei binari.

The Shed il guscio
The Shed il guscio

La parte mobile è composta da una griglia di alluminio rivestita da una specie di vetro a forma di cuscinetti. In caso di maltempo o condizioni avverse, grandi eventi, manifestazioni, concerti che normalmente si tengono sul piazzale antistante, vengono garantiti proprio con l’utilizzo di questa copertura mobile.

Hudson Yards il nuovo quartiere
Hudson Yards il nuovo quartiere

Nell’edificio principale, il Performing Art Center, quello fisso, sono allestite invece gallerie espositive, mostre e trova posto anche un grande teatro.

SNARK PARK

Questa installazione immersiva che sembra un museo-parco di divertimenti, è stata creata da un famoso studio di architettura di New York, Snarkitecture e si trova al secondo piano del centro commerciale di questo quartiere.

Le loro creazioni monocromatiche, in questo caso total white, hanno lo scopo di offrire un’esperienza tattile e sensoriale, grazie all’uso di particolari rivestimenti che ricoprono gli allestimenti, il tutto accompagnato da una musica e una profumazione di sottofondo.

Questo studio di architettura, fondato da tre designer e architetti, è famoso in tutto il mondo. Le loro spettacolari installazioni hanno lo scopo di approcciare e stimolare i visitatori alla conoscenza dell’arte, del design in un contesto familiare e quotidiano.

THE EDGE

Il 30 Hudson Yards, è un grattacielo simbolo del nuovo quartiere è un’altra attrazione irresistibile, grazie alla sua altissima terrazza sporgente di forma triangolare.

The Vessel a Hudson Yards
The Vessel e dietro30 Hudson Yards con the Edge

L’apertura dell’Observation Deck al pubblico sarà per marzo 2020, e sicuramente costituirà un’esperienza adrenalinica con la sua pavimentazione di vetro, dalla quale ammirare il panorama da un’altezza di 335 metri, tanto da avere l’impressione di camminare sulle nuvole.

30 Hudson Yards e The Edge
30 Hudson Yards e The Edge

Nello skyline newyorkese questo edificio è facimente riconoscibile per la sua punta piramidale inclinata e la sua terrazza sporgente.

The Edge la piattaforma panoramica
The Edge la piattaforma panoramica

L’edificio ospita uffici prestigiosi di compagnie televisive, ma anche abitazioni di lusso, hotel e un grande centro commerciale con marche di tutti i tipi e per ogni tasca.

The Edge la piattaforma panoramica
The Edge la piattaforma panoramica

34TH STREET HUDSON YARDS STAZIONE METRO

Quando il progetto di Hudson Yards ha cominciato a prendere forma, è stato deciso di prolungare la linea 7 della metropolitana. Tale linea, che connette il Queens con Manhattan, precedentemente terminava a Times Square.

Hudson Yards Subway station
Hudson Yards Subway station entrata

Con il nuovo quartiere di Hudson Yards, ultra moderno, anche la stazione non poteva essere da meno. Ubicata in un nuovissimo giardino, il Bela Abzug Park, si inserisce perfettamente nel contesto architettonico della zona.

Per accedere ai vari livelli della metropolitana di Hudson Yards, si utilizzano varie  scale mobili, una delle quali è la più lunga di tutte le stazioni di New York.

Lunghe scale mobili della stazione metropolitana
Lunghe scale mobili della stazione metropolitana

Anche l’interno di questa stazione non è da meno. Speciali pannelli sono installati sui muri per evitare macchie e sporcizia, mentre i soffitti sono in acciaio colorato.

Ma ciò che la impreziosisce sono le varie opere d’arte collocate in vari punti, senza contare i due enormi mosaici posti sul soffitto uno all’ingresso e uno in un piano inferiore. Questi mosaici sono intitolati “Funktional Vibrations”.

Hudson Yards Subway station mosaico
Hudson Yards Subway station mosaico

Queste opere sono state fatte dalla MTA Arts & Design di New York, un programma artistico commissionato dall’Autorità  metropolitana di New York . Lo scopo oltre a decorare e rendere gradevoli le varie stazioni è quello di dare un messaggio di benessere e responsabilizzare i fruitori, nella cura e mantenimento della metropolitana stessa. Oltre a migliorare il viaggio dei newyorkesi e dei turisti.

Hudson Yards stazione metro mosaico
Hudson Yards stazione metro il mosaico

BELA ABZUG PARK

L’area verde in mezzo ad Hudson Yards, costituisce il Bela Abzug Park, caratterizzato da percorsi pavimentati, aiuole, fontane, e parchi giochi per bambini.

Il parco ha cambiato recentemente nome, con quello di Bela Abzug, un’attivista che si è battuta per i diritti delle donne e i diritti civili.

Il Bela Abzug Park costituisce un’ottima cornice per ammirare i nuovissimi grattacieli di Hudson Yards, e osservare il completamento di altri ancora in fase di costruzione.

Fra questi giganti si trova anche il 50 Hudson Yards, il grattacielo progettato dall’archistar Norman Foster, esattamente alle spalle dell’entrata della metropolitana.

JACOB K. JAVITS CONVENTION CENTER

Il grande centro congressi Jacob K. Javits, conclude la visita di questa zona di Manhattan. Questa enorme struttura progettata fra l’altro anche da I.M.Pei, l’architetto cinese che si è occupato anche della grande piramide del Louvre, è utilizzata come zona espositiva per le innumerevoli fiere che vi si tengono nel corso dell’anno.

La parte anteriore dell’edifico è caratterizzato da una struttura a cubi in ferro e vetro sopranominato “Crystal Palace”, molto interessante da vedere sia all’esterno che all’interno.

continua il viaggio!!

comincia il viaggio New York!!

comincia il viaggio New England!!

New York gallery!!

New England gallery!!

Please follow and like us:
error

Leave a Comment

error: Content is protected !!