faraglioni baia phan nga

 PHANG NGA cosa fare cosa vedere AO NANG


Phang Nga cosa vedere cosa fare Ao Nang, dove andare, cosa vedere, Railay beach…itinerario di viaggio on the road in Thailandia…

COMINCIA IL VIAGGIO

gallery Thailandia!!

ESCURSIONE NELLA BAIA

GIOVEDI’ 14 FEBBRAIO     200KM

Anche oggi giornata impegnativa…dopo una giornata a Phuket, abbiamo preso la direzione per la baia di Phang nga…partiti presto per non trovare traffico e uscire dall’isola di Phuket.

Volevo fare l’escursione in autonomia senza appoggiarmi a tour operator locali che chiedevano una cifra sproporzionata per fare un’uscita in gruppo…sapevo che ci si poteva organizzare da soli ma bisognava trovare dei pescatori locali che portavano con la loro barca privata….

Era difficile trovare il punto giusto perché il posto era isolato…lungo la strada si intravedevano dei cartelli fai da te che indicavano il luogo esatto dove svoltare…così abbiamo deciso di buttarci….

Il sentiero dapprima asfaltato è diventato sterrato e fangoso fino ad arrivare sulla riva del mare dove c’erano delle macchine ferme con persone che aspettavano i turisti come noi…in realtà sul posto eravamo da soli…ma senza farmi intimidire sono andata a contrattare il prezzo per la gita…che si è rivelato molto meno caro di quello che sarebbe costato partendo da Phuket con tutta un’organizzazione dietro… in quattro abbiamo pagato circa 50 euro contro i 200 dei tour organizzati.

 

phan nga baia mangrovie
passerella nella baia di phan nga
navigazione nella baia di phan nga
phan nga baia
navigazione nella baia di phan nga
phan nga baia
baia phan nga baia
faraglioni baia phan nga
phan nga faraglione baia
baia phan nga
phan nga spiaggia
spiaggia baia phan nga
spiaggetta baia di phan nga
phan nga grotta baia
grotta baia di phan nga
baia di phan nga in navigazione
faraglioni baia phan nga
imbarco per la baia di phan nga
previous arrow
next arrow
previous arrownext arrow
Slider

 

PHANG NGA

Eravamo  proprio in un posto sperduto in mezzo alle mangrovie….sopra una long tail boat di un pescatore….Dapprima abbiamo navigato dei canali in mezzo al verde poi il mare si è aperto con la visuale dei famosi faraglioni immortalati anche nei film di James Bond.

Il pescatore ci ha fatto scendere su una spiaggetta isolata per permetterci di fare un bagno e un picnic per i fatti nostri, poi dopo un’oretta siamo ripartiti navigando in mezzo alle formazioni calcaree che incombevano intorno a noi..Siamo passati sotto a grotte e caverne aperte su entrambi i lati….da lì in poi abbiamo cominciato a incrociare turisti in gruppo con canoe e barche più grandi dei tour operator…

FARAGLIONI E VILLAGGIO DEGLI ZINGARI DEL MARE

Abbiamo costeggiato il faraglione di James Bond davvero imponente anche da vicino. Siamo arrivati al villaggio galleggiante dei pescatori o zingari del mare i Chao Ley, un po’ troppo turistico con degli enormi ristoranti in attesa dei tour organizzati con una miriade di turisti…noi ci siamo avventurati più verso l’interno nella zona dove vivevano le persone del posto, sbirciando dentro le loro abitazioni e abbiamo visitato anche la scuola….

 

phan nga baia
baia phan nga villaggio degli zingari
baia di phan nga barche
villaggio zingari baia di phan nga
scuola villaggio degli zingari del mare a phan nga
villaggio degli zingari del mare passerella in legno
phan nga isola degli zingari
baia phang nga villaggio degli zingari
previous arrow
next arrow
previous arrownext arrow
Slider

 

AO NANG

Siamo tornati alla macchina dopo quattro ore di escursione, salutato il pescatore, con direzione Ao Nang un’altra località balneare da utilizzare come base per le escursioni.

Trovato il nostro bungalow e scaricato i bagagli ci siamo diretti subito a piedi in spiaggia.

 

bungalow a ao nang
auto davanti al bungalow di ao nang
insegna bungalow di ao nang
previous arrow
next arrow
previous arrownext arrow
Slider

 

Da lì abbiamo preso una long tail boat che trasportava i turisti dietro il promontorio dove si nascondeva una meravigliosa spiaggia isolata, incastonata in mezzo alle montagne e con una foresta alle spalle…ma era superaffollata poiché c’erano un sacco di ristoranti sul lungomare e poi perché è era una location per matrimoni..

Il Promontorio di Laem Phra Nang con la sua spiaggetta a ridosso delle formazioni calcaree è raggiungibile o con una long-tail boat o con una passeggiata dalla spiaggia di  Railey west famosa per una caverna pittoresca….

RAILAY BEACH

La spiaggia di Railay beach si raggiunge solo con una barca e si divide in due baie, la west, o sunset beach, molto scenografica con una sabbia bianca e una foresta alle spalle; e la parte orientale popolata da mangrovie e più fangosa specie con la bassa marea.

Mentre eravamo in pieno relax, stavano celebrando un matrimonio in spiaggia, con tanto di addobbi, ospiti e futuri sposi…è stato davvero divertente vedere tutta quella gente, che sotto il sole cocente e abbigliamento tirato, sudava  sette camicie mentre noi bagnanti eravamo in costume e i piedi in acqua al fresco….

 

railey beach long-tail boat
matrimonio a railey beach
railey beach matrimonio in spiaggia
railey beach krabi
in barca a railey beach krabi
previous arrow
next arrow
previous arrownext arrow
Slider

 

Ripresa la long tail boat siamo tornati a Ao Nang e raggiunto il bungalow per prepararci per la serata…

ao nang beach krabi
ao nang beach krabi

Anche a Ao Nang, come a Phuket, c’erano una miriade di ristorantini tipici e di grandi catene di fast food. Sazi abbiamo fatto una camminata fino in spiaggia. Per accontentare i bambini abbiamo acceso anche noi una grande lanterna di carta da liberare in aria assieme alle altre centinaia che già volavano via chissà dove…

ao nang lanterne di carta
lanterne di carta a ao nang

 

CONTINUA IL VIAGGIO!

gallery Thailandia!!

Please follow and like us:
error

Leave a Comment

error: Content is protected !!