expatriates a sharjah

SHEYK ZAYED ROAD COSA VEDERE DUBAI

Dubai Sheyk Zayed road, cosa vedere, dove andare, cosa fare, come arrivare, guida e itinerario del viaggio on the road negli Emirati arabi…

Emirati arabi on the road – inizio

gallery Emirati Arabi!!

ABITANTI DEGLI EMIRATI ARABI

Giovedì 03 marzo                KM 120

Dopo l’escursione nel deserto a Hatta, stamane ci siamo alzati finalmente con un bel cielo azzurro, così visto che eravamo agli sgoccioli con il nostro viaggio, abbiamo dedicato quasi tutta la giornata alla tintarella…

Siamo passati per il porto di Sharjah dove sono attraccati gli enormi dhow carichi di merci nei quali lavorano gli expatriates…

Sharjah lungofiume
Sharjah lungofiume

Gli abitanti degli emirati arabi uniti si distinguono fra abitanti locali “locals” e lavoratori stranieri “expatriates”.

POPOLAZIONE DEGLI EMIRATI

Su 4.6 milioni di persone che vivono negli Emirati, 3.7  milioni sono expatriates che provengono  soprattutto dall’India dal Pakistan.

I regnanti arabi sono consapevoli del contributo degli expatriates  allo sviluppo e alla crescita degli Emirati, infatti  in occasione della festa nazionale li ringraziano esplicitamente.

lavoratori al porto di Sharjah
Lavoratori al porto di Sharjah

L’ammontare delle  paghe di questi lavoratori viene calcolato in base al paese di provenienza  indipendentemente dal lavoro che svolgono.  

Gli expatriates devono sottostare a regole rigide e possono perdere facilmente il posto di lavoro in caso di effrazioni, come la scarsa puntualità.

A Dubai, questi lavoratori sono coperti da un’assicurazione gratuita e gli alloggi vengono  loro offerti come pure i mezzi di trasporto verso il posto di lavoro.

Una  volta all’anno gli expatriates possono fare una vacanza pagata in patria comprensiva di volo.

In cambio di ciò lavorano sei giorni alla settimana e mandano la maggior parte del salario a casa.

Anche per i lavori più ambiziosi gli Emirati fanno appello ai lavoratori stranieri, in questo caso però si tratta di esperti altamente qualificati provenienti dall’Europa e Usa, che qui guadagnano veramente molto. 

Sono circa 80.000 i manager, consulenti e lavoratori specializzati  che si sono trasferiti qui e il numero è in  costante crescita.

Per tutti gli stranieri comunque la naturalizzazione è esclusa anche se vivono nel Golfo per decenni. La  motivazione dipende dal fatto che gli Emirati vogliono rimanere un paese arabo puro. 

Tuttavia sulle isole artificiali, gli stranieri possono acquistare terre e immobili e ottenere uno status di residente a vita.

tribunale di sharjah
Tribunale di Sharjah

Siamo andati a visitare l’acquario di Sharjah non molto grande ma interessante…inoltre abbiamo avuto modo di vedere anche delle scolaresche in gita e i bambini si sono divertiti a confrontarsi…

Acquario di Sharjah
Acquario di Sharjah

AL MAMZAR BEACH

Come detto inizialmente, abbiamo trascorso gran parte della giornata al mare, tornando al parco di Al Mamzar non distante e ce la siamo proprio goduta.

Al Mamzar beach
Al Mamzar Beach

Purtroppo c’era un po’ di aria, che se da un lato rinfrescava l’atmosfera, dall’altra era anche fastidiosa, così i bambini si sono fatti pochi bagni…anche a cause delle onde  che erano altissime…

Approfittando del cielo terso e la limpidezza della giornata,  sono andata a farmi un giro per il parco ammirando nuovamente la skyline di Sharjah….

Vista su Sharjah downtown
Vista su Sharjah downtown

Siamo rimasti in spiaggia fino a pomeriggio inoltrato e quando ce ne siamo andati   ci siamo resi conto di essere diventati dei peperoni arrostiti…

Al Mamzar Beach
Al Mamzar Beach
Spiaggia di Al Mamzar
Spiaggia di Al Mamzar

SHEYK ZAYED ROAD

Tornati in hotel per cambiarci ci siamo  poi diretti verso Dubai percorrendo la Sheyk Zayed Road di Dubai  ammirando i protagonisti della scena, ossia i grattacieli.

Shaeyk Zayed road
Sheyk Zayed road

L’Etisalat Tower dalla forma triangolare con un’enorme sfera in cima è la torre della compagnia di telecomunicazioni.

Il World Trade Center,aperto nel 1979, è stato il primo nucleo della Dubai moderna. Ospita  grandi aziende internazionali, centri per convegni e dal 2018 è diventata zona franca al fine di incentivare il commercio e gli investimenti con l’estero. Si trova in corrispondenza della grande rotonda della Sheyk Zayed Road. Il grattacielo principale è raffigurato anche sulle banconote da 100 dirham.

 Le Emirates Towers,  sono due torri quasi gemelle con delle punte altissime che raggiungono 350 metri e ospitano uffici di compagnie arabe e hotel di lusso.

grattacieli sulla Sheyk Zayed road
Grattacieli sulla Sheyk Zayed Road

Per cena ci siamo fermati a mangiare al grande centro commerciale di Burjuman Center, uno dei primi mall di Dubai.

Burjuman mall
Burjuman mall

 

continua il viaggio!!

gallery Emirati Arabi!!

Please follow and like us:
error

Leave a Comment

error: Content is protected !!