Washington Campidoglio viaggio stati uniti

WASHINGTON D.C. CAMPIDOGLIO COSA VEDERE

Washington D.C. il Campidoglio, cosa vedere, dove andare, cosa fare, viaggio on the road nell’East coast degli States…

New York viaggio!!

New England viaggio!!

East Coast viaggio!!

New York gallery!!

New England gallery!!

COLUMBUS CIRCLE

Ripresa la metropolitana davanti al cimitero di Arlington, siamo tornati alla Union Station da dove abbiamo cominciato il giro a piedi di Washington.

Quando si esce dalla Union Station, ci si trova nella Columbus Circle, una piazza semicircolare nella quale confluiscono le principali strade di Washington.

Columbus Circle Washington
Columbus Circle Washington davanto a stazione centrale

Al centro di questa area, si nota subito la Columbus Fountain con la statua di Cristoforo Colombo, sovrastata dal globo terrestre. Sui fianchi del monumento, due figure maschili, che rappresentano il vecchio e il nuovo mondo, rispettivamente l’Europa e l’America. Completano il tutto due leoni in pietra.

Alle spalle del monumento è posizionata una copia della Liberty Bell di Filadelfia, la campana simbolo della libertà americana. Attorno al perimetro svettano su alti pennoni le bandiere dei cinquanta stati americani.

LOWER E UPPER SENATE PARK

Oltrepassata la strada si giunge al Lower and Upper Senate Park, un parco formato da due differenti zone. La sezione inferiore è caratterizzata da una reflecting pool, una vasca rettangolare con acqua bassa, circondata da ampi sentieri e aiuole.

La parte rialzata invece ospita una grande fontana, che si presta per ottime foto con con la cupola del Campidoglio alle spalle.

EDIFICI GOVERNATIVI

Procedendo oltre il parco, ci si trova attorniati da imponenti edifici governativi dai diversi stili architettonici. Il Senato e la Camera dei Rappresentanti che compongono il Congresso, ossia il Parlamento americano, vengono ospitati in diversi palazzi dalle imponenti facciate bianche, molte con elementi neoclassici. Passeggiare davanti alle sedi mastodontiche di queste istituzioni ci fanno sentire veramente piccoli.

SUPREMA CORTE DI GIUSTIZIA AMERICANA

Sempre in questa zona si trovano i palazzi che regolano la giustizia americana. La Suprema Corte di Giustizia, chiamata anche Palazzo di Marmo, è facilmente riconoscibile . Ricorda infatti un tempio dell’antica Grecia, in stile neoclassico.

Corte Suprema a Washington
Corte Suprema a Washington

Per la costruzione di questo sontuoso palazzo sono stati utilizzati marmi di tutto il mondo. Ben 24 colonne dell’aula della corte sono state scolpite nel marmo italiano, proveniente da Montarrenti, vicino a Siena. Al momento dell’ordine pare che sia stato addirittura Benito Mussolini a garantire sulla sua qualità del marmo.

BIBLIOTECA DEL CONGRESSO

La Library of Congress è la più grande biblioteca del mondo con oltre 150 milioni di documenti, alcuni dei quali molto famosi fra cui la Bibbia di Gutemberg.

Libreria del Congresso
Libreria del Congresso

La prima biblioteca di Washington si trovava all’interno del Campidoglio, ma in seguito all’attacco degli inglesi, venne distrutta. Thomas Jefferson, l’ex presidente, grande collezionista di testi rari, decise allora di donare la sua biblioteca. Per questo motivo l’edificio si chiama anche Thomas Jefferson Building, che è in stile rinascimentale italiano.

Vista la vastità delle raccolte, altre due palazzi ospitano il patrimonio inestimabile di questa istituzione. Il James Madison Memorial Building e il John Adams Building si trovano proprio accanto all’edificio principale.

L’efficace sistema di Classificazione della Biblioteca del Congresso, per catalogare libri e documenti, con la sigla LC, è utilizzato anche da molte biblioteche universitarie e altre istituzioni.

COSA VEDERE NELLA BIBLIOTECA

La Main Reading Room è sicuramente la più grande attrazione di questo luogo. Si tratta della grande sala di lettura situata sotto la grande e altissima cupola. Questo vasto spazio è visibile al pubblico, gratuitamente, dalla galleria rialzata.

Oltre alla vasta sala di ingresso, con le grandi scalinate che conducono al piano superiore, si possono vedere altre mostre e esposizioni temporanee. Tutto l’edificio è decorato con stucchi, statue, mosaici, e vetrate che conferiscono un’aria di sacralità.

La biblioteca del Congresso è direttamente collegata con un tunnel sotterraneo al Campidoglio, qualora si decidesse di visitare anche quello.

Gran parte del materiale custodito in questa biblioteca è stato digitalizzato ed è quindi consultabile liberamente via web. Altrimenti, munendosi di una tessera di identificazione si possono consultare i libri e documenti direttamente sul posto.

Visitare questi luoghi può dare sicuramente una sensazione di dejà vue, grazie ai numerosi film che hanno utilizzato la Library of Congress come location…ne è un esempio il famoso film con Nicolas Cage “Il mistero dei templari” o di libri come “Il simbolo perduto” di Dan Brown.

CAMPIDOGLIO

Il Campidoglio è sicuramente il palazzo del potere più famoso di Washington e degli Stati Uniti. Con la sua cupola e la sua imponenza è facilmente riconoscibile nel panorama della città.

Washington Campidoglio
Washington Campidoglio

Il Capitol è la sede del Congresso, il Parlamento americano, che è composto dalla Camera del Senato, nell’ala nord, e la Camera dei Rappresentanti, nell’ala sud.

STORIA DEL CAMPIDOGLIO

Prima della realizzazione del Campidoglio, il Congresso si riuniva a New York, e poi sotto la presidenza di George Washington, a Filadelfia. La necessità di avere un territorio neutro, dove insediare i poteri del nuovo Stato, portò alla formazione del Distretto di Columbia, con Washington come capitale.

Per la progettazione della nuova capitale, venne chiamato l’architetto-urbanista Pierre Charles l’Enfant. Fu lui a scegliere Capitol Hill, una collinetta, come sito per la costruzione del nuovo palazzo del Congresso americano.

La progettazione dell’edificio fu lunga e laboriosa, e la costruzione, iniziata nel 1793, subì diversi cambiamenti, sia in corso d’opera che a causa di distruzioni da parte degli Inglesi, per questioni economiche.

Alla costruzione del Campidoglio vennero chiamati molti scalpellini, scultori e pittori italiani, che con le loro opere valorizzarono e arricchirono l’edificio, rievocando  capolavori già costruiti in patria.

La cupola della Camera dei Rappresentanti, ad esempio, è  stata proprio dipinta prendendo a modello quella del Pantheon di Roma.

Tuttavia per le fondamenta e i successivi ampliamenti vennero impiegati numerosi afro-americani sia liberi che schiavi, questo perchè la manodopera richiesta all’Europa stentò ad arrivare.

LA CUPOLA DEL CAMPIDOGLIO

L’edificio del Campidoglio è in stile neoclassico, e ricorda molti monumenti europei, dai quali si sono ispirati i costruttori. Ciò che caratterizza la struttura è soprattutto l’alta cupola, che tuttavia ha subito svariate modifiche nel corso dei decenni, fino a raggiungere l’altezza attuale di 96 metri.

La prima cupola era in legno, ma con il passare del tempo non risultò essere proporzionata rispetto all’edificio, che nel frattempo era stato ingrandito.

Verso il 1950 la cupola venne ricostruita in ghisa, ispirandosi a quella dell’Hotel des Invalides di Parigi.

Proprio per la sua forma allungata, la cupola è in realtà composta da due cupole. Quella inferiore culmina con un oculus, un foro, dal quale si può osservare il grande dipinto “L’apoteosi di George Washington” che riveste la cupola più esterna.

Qui il presidente americano, appare circondato da 13 figure che rappresentano gli stati dell’Unione. Secondo gli studiosi vengono rappresentati anche dei simboli riconducibili alla massoneria. La statua della libertà completa la sommità esterna della cupola.

LA ROTONDA

Il Campidoglio, oltre ad essere l’organo del potere legislativo, ospita anche molte opere d’arte, affreschi, sculture, e musei. Nella grande rotonda, sotto la cupola, si trovano i quadri che esaltano l’identità americana. Il famoso quadro della “Dichiarazione d’Indipendenza” di John Trunmbull è esposto proprio qui.

Il grande spazio della rotonda è utilizzato per grandi cerimonie e funge da camera ardente per importanti personalià, come i presidenti americani.

LA CRIPTA

Sotto la grande rotonda, la cripta ospita il museo della storia del Campidoglio. Era stata progettata per accogliere le spoglie del presidente George Washington, ma egli preferì essere sepolto nelle sue proprietà.

La cripta è caratterizzata da 40 colonne, che sorreggono il pavimento della grande rotonda. Una stella centrale indica il punto zero dal quale vengono numerate e iniziano le strade di Washington.

SALA DELLE STATUE

Il luogo occupato inizialmente dalla sala della Camera, ora accoglie una raccolta di sculture. La sua forma semicircolare disposta su due piani, ospita statue e opere  donate da ogni stato per commemorare personalità importanti.

Sulla porta, che conduce alla Rotonda, la scultura “Il carro della storia” realizzata da un artista italiano, raffigura Clio, la musa della storia che guida il carro del tempo, sul quale è posto un grande orologio.

VISITE AL CAMPIDOGLIO

Per accedere al Campidoglio è sufficiente recarsi al nuovo Visitor Center, dal quale partono le visite guidate. Oltre a visitare la Rotonda, la cripta, e la sala delle sculture, nella sala delle esposizioni è esposto un modello della cupola alto tre metri.

Nella Emancipation Hall del visitor center si trova anche la copia in gesso della statua della libertà posta sulla cupola.

Il Campidoglio è collegato alla Biblioteca del Congresso e altri edifici governativi tramite dei tunnel sotterranei.

All’esterno, la facciata orientata verso i Capitol Grounds e il National Mall, presenta una bella terrazza con balaustre e scalinate in pietra e marmo e completata con fontane e lampioni. Spesso avvengono delle cerimonie presidenziali proprio in questo luogo.

CAPITOL GROUNDS

Attorno al Campidoglio si estende un’area verde progettata dall’architetto paesaggista Frederick Law Olmsted, lo stesso che ha disegnato Central Park di New York e molti altri parchi in giro per gli Stati Uniti.

Secondo il suo pensiero, questi giardini dovevano esaltare la grandiosità del Campidoglio. Ma i parchi, più in generale, dovevano essere per i cittadini un luogo di rigenerazione e ristoro.

I Capitol Grounds sono abbelliti da diversi edifici e strutture. Si possono ammirare, ad esempio, due pensiline in ferro battuto, utilizzate in passato per le fermate delle carrozze, che costituiscono ora un luogo dove riposarsi sulle panchine ombreggiate.

LA SUMMERHOUSE

Olmsted progettò questa costruzione in mattoni, come luogo per sfuggire alle temperature torride e ammirare da lontano il Campidoglio.

Campidoglio
Campidoglio

Sulle panchine in pietra, adagiate tutto intorno alla struttura, permettono di rilassarsi ascoltando il suono dell’acqua che zampilla dalla fontana centrale. Altrimenti, scorgere, da dietro una grata, una piccola grotta.

ALBERI COMMEMORATIVI

Sparsi in giro per il parco, sono stati impiantati molti alberi per commemorare o ricordare i membri del Congresso.

Si tratta spesso di piante autoctone donate dai diversi stati americani che presentano delle placche con descrizioni e ricordano eventi storici.

MONUMENTI COMMEMORATIVI

Fanno parte dei Capitol Grounds anche gruppi scultorei dislocati all’estremità del parco, che ricordano episodi personaggi storici.

Il Peace Monument, piazzato in mezzo a una rotonda, commemora i marinai morti durante la Guerra Civile, ed è composto da coppie di statue che rappresentano il dolore e la storia, la vittoria e la pace.

La Ulysses S.Grant Memorial è il gruppo statuario più grande di Washington e fronteggia il National Mall e il Capitol reflecting pool, un piccolo laghetto artificiale. Rappresenta il generale dell’Unione Ulysses S.Grant a cavallo, attorniato da leoni e da un gruppo di soldati.

Ulysses .Grant Memorial Washington
Ulysses .Grant Memorial Washington

Su un’altra rotonda, la statua di James A. Garfield su un piedistallo, ricorda invece il presidente ucciso, con il mandato più breve della storia americana.

UNITED STATES BOTANIC GARDEN

Il bel giardino botanico completa la visita dei Capitol Grounds, uno dei più antichi di questo genere degli Stati Uniti.

Furono i primi presidenti americani a volerlo realizzare, allo scopo di collezionare e distribuire piante medicinali alla popolazione. Costruito in precedenza in un’altro luogo, nel 1933 venne spostato nell’odierna ubicazione.

Ciò che lo caratterizza è soprattutto la grande serra, Conservatory, che riproduce i diversi habitat naturali, come una foresta tropicale e mostrare piante delle isole Hawaii, del deserto, del Mediterraneo, o specie in pericolo di estinzione. All’esterno il National Garden, con bei sentieri in mezzo a aiuole e vari punti panoramici.

Attraversando la strada, si raggiunge il Bartholdi Park, un’altra oasi verde che fa parte dei giardini botanici. La Fontana della Luce e dell’acqua, caratterizza questa area verde.

Chiamata anche Batholdi Fountain, dal nome del suo creatore, colui che ha progettato la famosa Statua della libertà di New York. Costruita a Parigi e inviata in America, per l’esposizione di Filadelfia, venne poi acquistata dal Congresso, su suggerimento dell’architetto paesaggista Olmested.

La fontana, in ghisa, è caratterizzata da zampilli di acqua con statue che sorreggono i vari elementi, il tutto completato da lampioni che di notte, quando sono illuminati, creano un’atmosfera molto suggestiva.

continua il viaggio!!

East coast viaggio!!

New York viaggio!!

New England viaggio!!

Gallery New York!!

New England Gallery!!

 

 

 

 

 

 

Please follow and like us:
error

Leave a Comment

error: Content is protected !!