Fisherman's Wharf cosa vedere

FISHERMAN’S WHARF COSA VEDERE COSA FARE

Fisherman’s Wharf cosa vedere, cosa fare, dove andare visita al famoso molo dei pescatori di San Francisco.

comincia il viaggio Stati Uniti Occidentali!!

gallery Stati Uniti Occidentali!!

Il Fisherman’s Wharf è il famoso molo dei pescatori rinomato per la moltitudine di ristorantini e chioschi che vendono i crostacei appena pescati nella baia.

STORIA DEL FISHERMAN’S WHARF

Da ben 120 anni, sono ormeggiate qui le barche dei pescatori, molti dei quali di terza generazione con discendenze italiane.

Porto peschereccio a San Francisco
Porto peschereccio a San Francisco

I primi pescatori di San Francisco arrivarono infatti dalla Liguria e dalla Sicilia. Le loro imbarcazioni, feluche,  erano a vela e si rifacevano a quelle utilizzate in Italia a quel tempo. Erano dipinte spesso di verde e portavano il nome di un santo.

Questi primi pescatori italiani erano riconoscibili perchè erano soliti cantare arie di Verdi, anche nella nebbia, in questo modo spesso si scambiavano anche segnali.

Con gli anni, le barche ebbero un motore a gasolio, e ancora oggi si possono vedere attraccate al molo queste tipiche imbarcazioni in legno.

CRAB DUNGENESS, IL GRANCHIO

Il Fisherman’s Wharf, facilmente localizzabile grazie alla sua grande insegna a forma di timone, è rinomato per le specialità culinarie a base di pesce e soprattutto il suo granchio, il crab Dungeness.

San Francisco Fisherman's wharf granchi
San Francisco Fisherman’s wharf granchi

Questo tipo di pesca si pratica da metà novembre fino a giugno per cui quando inizia la stagione si tengono grandi festeggiamenti ed eventi culinari.

In tale occasione si riscaldano grandi calderoni di acqua bollente dove si cucinano i granchi, mentre attorno si affollano i visitatori, impazienti di assaggiare questa prelibatezza.

Un secolo fa, nella baia di San Francisco, si pescavano molti granchi, soprattutto nello stretto di Carquinez, verso la zona di Oakland e Alameda. A causa della sparizione delle vongole, anche i granchi, che si nutrono di questi molluschi, sono diminuiti per cui ora vengono pescati oltre il Golden Gate, nell’Oceano Pacifico.

Le vecchie case dei pescatori sono state trasformate in ristoranti. L’abitudine di servire questi granchi come fossero dei cocktail esisteva già ai tempi dei primi pescatori che erano soliti cucinarli fuori le loro case. Ecco perchè l’area è costellata di ristoranti e bancarelle che servono questi crostacei, ma non solo.

FISHERMAN’S WHARF COSA MANGIARE

Il classico modo per gustare il granchio a San Francisco è in un panino con salse e insalata. Altrimenti è da provare la crab chowder bread bowl, la zuppa di granchio in una pagnotta di pane lievitato, il sourdough bread.

Fisherman's wharf San Francisco gamberi
Fisherman’s wharf San Francisco gamberi

Altri cibi da strada sono gamberi, calamari fritti, aragoste, pesce fritto, ostriche e vongole. Queste ultime possono essere servite come il granchio in una zuppa dentro una pagnotta.

Uno dei più famosi ristoranti del molo è Alioto’s, gestito da una famiglia siciliana fin dagli albori, quasi un secolo fa.  Grazie alla sua posizione e la grande insegna che campeggia in alto non è difficile trovarlo.

Fra le varie specialità è possibile gustare ostriche, polpo grigliato, carpaccio di pesce, scampi e naturalmente i granchi in tutte le salse.

BAYSIDE HISTORY WALK COSA VEDERE

Il Bayside History Walk è una passeggiata nella storia del porto di San Francisco, scandita da venti moderni piloncini in acciaio che riportano fotografie e descrizioni dei luoghi.

In prossimità di ogni punto informativo sono raccontati episodi e fatti accaduti sui vari moli, dai quali vedere fra l’altro imbarcazioni e attività di ogni genere.

In questo modo si ricordano sinteticamente i vari eventi occorsi su questo lungomare e la storia del porto.

Qualora si intendesse seguire il percorsoè consigliabile munirsi di una bicicletta, poichè il percorso è lungo molti km. Ecco allora alcuni episodi che hanno segnato la storia della città.

  • Sulla Taylor street, ad esempio, molti pescatori si improvvisarono anche venditori di pesce, installando bancarelle che con il tempo sono diventati i famosi ristoranti di pesce, ancora oggi presenti.
  • In un altro pannello si ricordano le difficoltà e i pericoli che hanno trovato gli operai durante la posa dei piloni del molo nelle profondità della baia.
  • Si ricorda l’episodio dell’attracco al molo della SS Malolo, una lussuosa nave da crociera nel 1934.
  • Mentre nella zona dell’attuale Financial District, quando venne edificata,  si riscoprirono molte imbarcazioni abbandonate nel sottosuolo. Qui, infatti, un tempo si trovava il mare.
  • Il Pier 15 fu invece la porta militare degli Stati Uniti, dalla quale partirono ben 1.6 milioni di soldati durante la seconda guerra mondiale.
  • Verso la fine del 1800, San Francisco era il porto principale per la caccia alle balene degli Stati Uniti. Sul molo si trovava quindi un grande impianto che estraeva l’olio da questi animali e utilizzava le loro mascelle per i corsetti delle femminili.
  • La mIssion Bay un tempo era una baia paludosa dove vivevano gli indiani. Nel 20° secolo la baia venne bonificata e utilizzata come cantiere per le barche e la ferrovia.

MOLO 45

La Fishermen’s and Seamen’s Memorial Chapel, sul molo 45, è in onore dei pescatori che hanno dedicato la loro vita al mare. Si tratta di una struttura in legno, che risale al 1978, ed è sul luogo nel quale si trovava l’edificio della guardia costiera.

I muri della cappella sono ricoperti di placche commemorative di persone scomparse in mare, mentre le vetrate sono multicolori e dal soffitto pendono bandiere di differenti religioni. Infine, il campanile ha un carrillon che suona ben 1200 melodie. La Madonna custodita all’interno di questa chiesetta è quella che benedice i pescherecci il primo sabato di ottobre.

MUSEE’ MECANIQUE

Sul molo 45 oltre a esserci magazzini per lo stoccaggio del pesce, ospita anche il Museè Mecanique. Il Fisherman’s Wharf infatti non significa solo ristoranti di pesce e negozi di tutti i generi, ma vanta molte attrazioni alternative e interessanti.

Una di queste è proprio il Museè Mecanique che tratta giochi retrò che funzionano con monetine e a manovella. E’ una specie di luna-park di un tempo, con juke box, vecchi strumenti musicali a gettone, oggeti meccanizzati, marionette meccaniche, fino ai primi videogiochi, che fanno tornare indietro nel tempo.

Si tratta di una delle collezioni più grandi al mondo di questo genere, con oltre 300 pezzi originali che spaziano dai primi del 1900 fino agli anni ’80. L’ingresso è gratuito, ma per fa funzionare le varie attrazioni occorre inserire delle monete e vederle in movimento per apprezzarle veramente.

SS JEREMIAH O’BRIEN

La nave SS Jeremiah O’Brien operò durante lo sbarco in Normandia del 1944. Delle quasi 7000 navi dello stesso modello, sono rimaste questa e una al porto di Baltimora.

Si tratta di una nave da trasposto Liberty, poichè era sia un mezzo mercantile che da guerra. E’ una nave ancora operativa, e il suo nome deriva da quello del capitano della guerra di indipendenza americana. La sua costruzione avvenuta in soli 56 giorni, risale al 1943.

US PAMPANITO

Il sommergibile US Pampanito, costruito nel 1943, operò durante la  seconda guerra mondiale, soprattutto nel Pacifico. Fra le operazioni che riuscì a portare a termine ci furono anche 6 affondamente di navi giapponesi.

Oggi è ormeggiato al Pier 45 ed è diventato un museo molto visitato. Seguendo il percorso di visita si ha modo di capire come fosse la vita a bordo durante le missioni e le difficoltà per l’equipaggio che dovevano rimenerci chiusi dentro per lunghi periodi.

PIER 43

Il molo 43 chiamato Ferry Arch, ha oltre 100 anni, da qui si imbarcavano traghetti per automobili e vagoni, ma anche i detenuti in partenza per l’isola di Alcatraz.

Molo 43 di San Francisco
Molo 43 di San Francisco

JEFFERSON STREET

La zona del Fisherman’s Wharf è molto animata non solo per la quantità di ristoranti, locali, centri commerciali, il Pier 39, ma anche per attrazioni bizzarre e strane raccolte.

RIPLEY’S BELIEVE IT OR NOT

Il Ripley’s Believe It or Not è uno di queste attrazioni incredibili che ospita eccentriche collezioni. Già dall’esterno questi musei, perchè proprio di una catena di musei si tratta, si riconoscono per la fantasiosa e esuberante architettura.

All’interno sono esposte bizzarrie umane e naturali di tutto il mondo, oggetti e manufatti stravaganti, documenti antichi che attestano la veridicità di tutto ciò che è in mostra.

Il Ripley’s Believe It or Not fu ideato da Robert Leroy Ripley, un fumettista che pubblicava storie incredibili sul “The New York Globe”. Con il tempo erano talmente stravaganti e assurde, che i lettori cominciarono a seguirlo sempre più.

Visto l’interesse generale e soprattutto il suo ad approfondire i fatti, cominiciò a viaggiare per il mondo per raccogliere queste testimonianze e pubblicarle su una rivista. Fu notato così dal magnate dell’editoria William Randolph Hearst che lo portò all’attenzione mondiale rendendolo famoso.

Nel 1933, in occasione della fiera mondiale di Chicago, venne organizzato un Odditorium, un museo delle stranezze, che fu visitato da due milioni di persone. Questo fu la svolta definitiva e da qui sorsero i Ripley’s museum in diverse città americane.

Questa catena di musei, che ha anche degli acquari e dei resort, è un fenomeno perlopiù americano e asiatico, ad eccezione di Londra, dove ne esiste uno.

MADAME TUSSAUDS SAN FRANCISCO

Il Museo delle cere di Madame Tussauds ospita riproduzioni di famosi personaggi, in questo caso soprattutto americani. Non è grande come quello di Londra ma per chi non è mai stato potrebbe essere una nuova esperienza.

continua il viaggio Stati Uniti occidentali!!

gallery Stati Uniti occidentali!!

Baia di San Francisco!!

Pier 39!!

Golden Gate Bridge!!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Please follow and like us:

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!