Palace of Fine Arts San Francisco

PALACE OF FINE ARTS SAN FRANCISCO COSA VEDERE

Palace of Fine Arts cosa vedere, dove andare, cosa fare visita e informazioni su questa icona di San Francisco.

Stati Uniti occidentali!!

gallery Stati Uniti Occidentali!!

Il Palace of Fine Arts , con le sue forme architettoniche un po’ fuori dal tempo, costituisce una tappa diversa e insolita per chi si appresta a visitare San francisco.

Situato nel Marina District, in una bella posizione scenografica, è facilmente raggiungibile anche dal Golden Gate Bridge e dal Presidio.

STORIA DELL’EDIFICIO

La storia di questo edificio comincia in seguito al devastante terremoto che colpì San Francisco nel 1906. A quel tempo, la città cercò di riprendersi il più in fretta possibile e si propose per ospitare la grande fiera internazionale in onore dell’apertura del Canale di Panama.

La Panama Pacific International Exposition del 1915 si tenne infatti a San Francisco, e in quell’occasione si costruirono vari edifici. Le linee dell’odierno Palace of Fine Arts, l’unico ancora visibile, fu disegnato dall’architetto Bernard Maybeck.

Furono i disegni e le incisioni dell’architetto italiano Giambattista Piranesi, vissuto nel 1700, a influenzare Maybeck.

Il Piranesi amava infatti ritrarre edifici dell’antichità romana, con un’atmosfera decadente ma allo stesso tempo di magnificenza e meraviglia.

Bernard Maybeck decise quindi di rifarsi a queste architetture. Progettò un colonnato greco-romano semicircolare con una rotonda centrale, completando il tutto con una laguna e una parco verdeggiante.

USI DEL PALACE OF FINE ARTS

Il Palace of Fine Arts costituiva tuttavia solamente uno dei dieci edifici dell’esposizione universale.

Palazzo delle esposizioni a San Francisco
Palazzo delle esposizioni a San Francisco parco

La durata di queste strutture doveva essere breve, giusto il tempo della fiera o poco più. I palazzi infatti erano realizzati con materiali scadenti, proprio perchè dovevano essere facilmente demoliti.

Visto il suo grande successo e apprezzamento, il Palace of Fine Arts fu risparmiato dalla demolizione, grazie a una fondazione capeggiata dalla famiglia di William Hearst, un magnate dell’editoria.

L’edificio ebbe nel tempo svariati usi. Ospitò, ad esempio, mostre d’arte, campi di tennis, mezzi militari della seconda guerra mondiale, magazzini, e la sede dei vigili del fuoco.

Dopo decenni, tuttavia, il palazzo cominciò a mostrare segni di cedimento, con parti che crollavano, proprio perchè era fatto con finte pietre, fibre e gesso.

L’amministrazione della città decise di abbatterlo e rifarlo da capo con una struttura antisismica in ferro e cemento, comprese le decorazioni architettoniche.

Dal 1969, ne vasto spazio interno c’erano un teatro e l’Exploratorium. Quest’ultimo si trova nella zona dell’embarcadero dal 2013 ed è praticamente un interessante museo scientifico interattivo.

ARCHITETTURA

Il Palace of Fine Arts, in stile neoclassico, è composto da un colonnato semicircolare e una rotonda, circondata quasi completamente dal laghetto.

Vista dal laghetto del Palazzo delle Esposizioni
Vista dal laghetto del Palazzo delle Esposizioni

Le decorazioni architettoniche rappresentano perlopiù temi che riguardano la lotta per la bellezza, la contemplazione, la meraviglia e la meditazione.

Le alte colonne corinzie sono sormontate da statue di donne piangenti che vogliono sottolineare la tristezza della vita senza l’arte.

Nella parte interna della cupola della rotonda raffigura la nascita dell’Arte e i quattro tesori della California, ossia i papaveri, i limoni, l’oro e il grano.

Il parco attorno al Palace of Fine Arts è composto da eucalipti che bordeggiano la laguna, dove vivono fra l’altro cigni, papere e tartarughe.

Il luogo si presta bene come location di eventi culturali, servizi fotografici, specialmente matrimoni. Scene importanti di grandi film sono state riprese proprio qui, come il film “La donna che visse due volte” di Alfred Hitchcock.

ESPOSIZIONE UNIVERSALE DEL 1915

La Panama-Pacific Exposition fu una fiera internazionale, con padiglioni donati dai vari stati americani e tranieri. Gli edifici si ispiravano a architetture di ogni parte del mondo, con riproduzioni, ad esempio, di una moschea turca e di un tempio giapponese. Al centro dell’area espositiva si trovava la Tower of Jewels, rivestita di pezzetti di vetro.

Oltre al Palace of Fine Arts, ancora oggi sono visibili altri due edifici. L’attuale Bill Graham Civic Auditorium, ad esempio, non è altro che il San Francisco Civic Auditorium, di allora, sebbene non rientrasse proprio nell’area espositiva della fiera.

Il French Pavillon dell’esposizione è stato invece replicato in quello che è oggi il Palace of the Legion of Honor. Situato nel Lincoln Park, questo edificio ospita attualmente un grandioso museo d’arte. Entrambi queste costruzioni non sono altro che una copia dell’Hotel de Salm o Palazzo della Legione d’Onore di Parigi.

continua il viaggio Ghirardelli Square!!

Stati Uniti occidentali comincia il viaggio!!

Golden Gate Bridge!!

Fisherman’s Wharf!!

Pier 39!!

Baia di San francisco!!

Gallery San Francisco!!

Please follow and like us:

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!