Financial District San Francisco

FINANCIAL DISTRICT COSA VEDERE SAN FRANCISCO

Financial District cosa vedere, dove andare, cosa fare, visita alla downtown di San Francisco.

comincia il viaggio Stati Uniti occidentali!!

gallery San Francisco!!

Il Financial District è il punto nevralgico degli affari di San Francisco. Si trovano qui infatti le sedi centrali di grandi aziende internazionali, studi di avvocati, compagnie assicuratrici, banche, istituzioni finanziarie.

Il quartiere è facilmente riconoscibile per il gruppo di grattacieli che caratterizzano questa parte della città.

STORIA DEL FINANCIAL DISTRICT

I primi abitanti che si stabilirono nella zona, chiamata Yerba Buena Cove, furono gli Spagnoli e i Messicani. Il loro scopo era offrire aiuto militare agli abitanti del Presidio e di Mission Dolores.

Poichè il terreno era paludoso e poco fertile si spostarono presto altrove. Solamente nel 1835 la baia di Yerba Buena venne attrezzata con un porto, e in seguito, con la corsa all’oro, del 1848, l’area cominciò ad essere edificata, bonificando il terreno e colmando la zona costiera.

La Gold Rush diede impulso agli affari e ai commerci e vennero costruiti i primi palazzi. Il terremoto del 1906 però distrusse quasi tutta San Francisco, ma in parte gli edifici del Financial District sopravvissero.

Successivamente l’area venne ampliata con costruzioni più basse, sebbene poi negli anni Venti si azzardarono i primi grattacieli in stile neo-gotico finanziati da grandi società.

Con periodi altalenanti, per paura di altri terremoti, ci furono ulteriori restrizioni sull’altezza delle costruzioni. Tuttavia il miglioramento delle tecniche costruttive e l’utilizzo di nuovi  materiali, il boom dei grattacieli riprese, mantenendo comunque la loro concentrazione in una zona delimitata.

GRATTACIELI DEL FINANCIAL DISTRICT

La zona del Financial District occupa quello che un tempo era una zona paludosa con acque poco profonde. Durante il periodo della corsa all’oro arrivarono qui molti pionieri con navi che vennero poi abbandonate ai moli.

Con l’avvio della costruzione della moderna area di San Francisco, i terrenti vennero bonificati e riempiti con vari materiali fra cui queste imbarcazioni. Non fu quindi difficile rinvenire, durante gli scavi per le fondamenta dei grattacieli, reperti di molti antichi relitti, fa cui il Niantic e il General Harrison, esposti poi al Maritime Museum.

CHRONICLE BUILDING

ll primo grattacielo a prendere questa denominazione fu il Chronicle Building, costruito nel 1890, e con i suoi dieci piani aveva un’altezza di 66 metri. In origine era sovrastato anche da una torre dell’orologio, poi demolita. Per lungo tempo questo fu l’edificio più altro della costa occidentale americana.

Il Chronicle Building fu commissionato per ospitare la sede della famosa testata giornalistica di San Francisco. Conosciuto anche come De Young Building, dal nome dei due fratelli fondatori, si trova all’angolo della Market Street con la Third e la Kearney Street.

Nonostante i vari cambiamenti subiti nel corso dei decenni, la facciata ha mantenuto le sue caratteristiche di robustezza e sicurezza con un’arcata in massiccia arenaria e le pareti in mattoni rossi. Anche la sua altezza è accresciuta ed è ora uno dei grattacieli della San Francisco moderna.

TRANSAMERICA PYRAMID

La Transamerica Pyramid naturalmente è il grattacielo simbolo di San Francisco,  grazie alla sua peculiare forma a piramide allungata.

L’edificio, di 260 metri, si dispone su 48 piani, e dal 1972 al 2008, è stato il più alto della città.  Venne costruito per ospitare gli uffici della Transamerica Corporation, una grande compagnia assicuratrice, che si è in seguito trasferita a Baltimora. L’edificio è rimasto tuttavia parte del suo logo.

MONTGOMERY BLOCK

Prima della Transamerica Pyramid, in questo luogo si trovava il Montgomery Block, un dei primi palazzi antisismici della città. Nei suoi quattro piani erano ospitati uffici di famosi avvocati, artisti e scrittori come Jack London e Mark Twain. Per questo motivo era conosciuto anche come Bohemian Centre.

La Transamerica Corporation, prima di trasferirsi in questo grattacielo, si trovava in una edificio a “ferro da stiro” nelle immediate vicinanze, che attualmente è la sede della chiesa di Scientology.

ARCHITETTURA DEL GRATTACIELO

Il grattacielo della Transamerica Pyramid culmina con la guglia rivestita di alluminio, che all’interno è vuota, ed ha un’altezza di 64 metri. L’illuminazione che proviene da dentro può essere di diversi colori, che variano a seconda delle occasioni.

Sulla punta esterna è situato un faro che emette una luce rossa e serve a segnalare la posizione del grattacielo per il traffico aereo.

Nell’edificio si trovano due strutture che partono dal pianoterra e al 27° piano cominciano a sporgere gradatamente dall’edificio. Qui sono ubicati i sistemi di sicurezza, le scale e gli ascensori. Il grattacielo che ha un rivestimento in quarzo, presenta ben 3678 finestre.

COSA VEDERE TRANSAMERICA PYRAMID

Il Transamerica Pyramid Center è composto oltre che dal grattacielo vero e proprio anche da un edificio più basso di venti piani.

Intorno si trova anche un‘area verde dove spiccano sequoie Redwood, in mezzo ai quali è posizionata una fontana decorata con sculture di rane saltellanti e su un lato la scultura di un gruppo di bambini.

Questa oasi è pubblica, ma è utilizzata soprattutto dagli impiegati della Transamerica Pyramid, dove possono rilassarsi sulle panchine sparse tutte attorno.

Fino al 2001 si poteva accedere alla piattaforma panoramica posta al 27° piano, oggi utilizzabile solo dagli impiegati della struttura.

E’ possibile comunque passeggiare sul marciapiede sotto l’edificio, e apprezzare il particolare effetto a graticcio con le strutture in cemento. Da qui ovviamente le viste prospettiche regalano originali spunti fotografici.

EMBARCADERO CENTER

L’Embarcadero Center di San Francisco è costituito da un insieme di grattacieli, centri commerciali, alberghi e uffici. Potrebbe essere un’idea seguire un ipotetico itinerario alla ricerca di opere e installazioni poste in vari luoghi di questo vasto complesso commerciale.

ARTE NELL’EMBARCADERO CENTER

Gli edifici dell’Embarcadero presentano corti nelle quali spesso si riversano gli impiegati degli uffici. Molte sono quindi le installazioni artistiche posizionate in angoli insoliti e luoghi dove rilassarsi lontano dal caos cittadino.

Il simbolo dell’Embarcadero Center è senza dubbio il “Tulip”, un’opera in cemento armato con la forma di un fiore. Una serie di luci poste lungo tutto il perimetro accentuano la silhouette e fanno risaltare l’opera specialmente di notte. Si trova dietro l’Hyatt Regency Hotel e l’Embarcadero Plaza, dove ci sono molti ristoranti e negozi.

Grattacieli a San Francisco
Grattacieli a San Francisco

Nel primo edificio del complesso si trova ad esempio “Two Columns with Wedge” di William Gutman. Si tratta di un cilindro in acciaio inox dal quale è stato tolto un pezzo che giace in mezzo alla fontana sottostante.

Il Chronos XIV è un’installazione di Nicholas Schoffer, decorata con 65 dishi mobili e 49 luci, si trova nel secondo palazzo dell’embarcardero center. Nella lobby è sistemata invece l”opera in bronzo “Blocks” di Anne Van Kleeck.

La Sfera di Fritz Koenig in bronzo si trova ai piedi di una scalinata a spirale vicino al Meridien fra la Battery e la Commercial street. E’ lo stesso autore della sfera che si trovava un tempo sotto le torri gemelle di New York, ora nel Battery Park come monumento commemorativo.

HYATT REGENCY HOTEL

Uno degli edifici più interessanti dell’Embarcadero Center è quello dove si trova l’Hyatt Regency Hotel.

La spettacolare lobby con gli ascensori in vetro stile retrò e tutti i 17 piani che vi si affacciano, regalano sensazioni incredibili. Non a caso è stato anche uno dei set del film “Inferno di Cristallo“con Steve McQueen e Paul Newman nel 1974.

Hall dell'Hyatt hotel a San Francisco
Hall dell’Hyatt hotel a San Francisco

L’enorme Eclipse o Sphere, l’opera realizzata da Charles Perry, completa l’atmosfera futuristica dell’edificio. Si tratta di un sfera geometrica composta da ben 1400 pezzi di tubi di metallo dorato, che assemblati creano forme pentagonali.

JUSTIN HERMAN PLAZA

La Embarcadero Plaza o Justin Herman Plaza, si trova proprio dietro l’Hyatt Hotel, nella zona degli shopping mall. Questo grande spazio pavimentato con mattoni rossi presenta, su un lato, la controversa Vaillancort Fountain.

Si tratta di una fontana formata da tubi squadrati in cemento grezzo che ha suscitato varie polemiche fin dalla sua inaugurazione nel 1971. Per molto tempo è rimasta priva di acqua e per questo ha rischiato di essere demolita.

In ogni caso, quando circola l’acqua, è molto scenografica da vedere. La scultura, alta 12 metri, si trova su una piscina irregolare, ed ha un aspetto non finito, proprio per il materiale utilizzato.

I tubi squadrati si incrociano fra di loro ed è possibile seguire due percorsi su mattonelle con scalini e passeggiare in mezzo allo specchio d’acqua e dietro alle cascate.

Sempre nell’Embarcadero Plaza è sistemata la “Chiffonniere” di Jean Dubuffet. L’opera di questo artista francese rappresenta una donna composta da lamine di acciaio inox con bordi scuri. In precedenza si trovava a Manhattan.

In inverno la Justin Herman Plaza è molto affollata grazie a una pista di pattinaggio sul ghiaccio, che viene allestita con musica di sottofondo.

BANK OF AMERICA BUILDING

Il grattacielo della Bank of America, del 1969, è il quarto per altezza di San Francisco. Conosciuto con il soprannome di Triple Five per il suo indirizzo al 555 della California Street, raggiunge, con i suoi 52, piani un’altezza di 237 metri.

Fino al 1998, è stato il quartier generale della Banca d’America, fino a quando si trasferì nel North Carolina. La parte superiore dell’edificio si caratterizza per la sua forma irregolare. Ai piedi della struttura si trova invece una piazza dedicata al fondatore A.P. Giannini.

La particolare scultura “Transcendence” di Masayuki Nagare, è costituito da un masso in granito nero. di 200 tonnellate, e vuole rappresentare il cuore della banca.

Il grattacielo è apparso in diverse pellicole cinematografiche fra cui “Dirty Harry” del 1971 con Clint Eastwood e “L’inferno di cristallo”.

BANK OF ITALY BUILDING

Amadeo Peter Giannini fu un banchiere italiano che fondò la Banca d’Italia nel 1904, che divenne poi la Banca d’America. La Banca d’Italia fu creata espressamente per i lavoratori di origine italiana che vivevano nel quartiere di North Beach.

Questa fu una delle poche banche che sopravvissero al terremoto del 1906 e che offrivano prestiti per la ricostruzione della città.

L’edificio della Bank of Italy è conosciuto anche come Clay-Montgomery Building. Costruito dopo il grande terremoto di San Francisco, nel 1908 è oggi dichiarato monumento storico della città.

SALESFORCE TOWER

La salesfoce Tower risale al 2018 il grattacielo più alto di San Francisco ed è stato giudicato il migliore del mondo, secondo certi parametri di sostenibilità ambientale.

Con i suoi 61 piani, si sviluppa su 326 metri di altezza mentre la sua forma ricorda un obelisco, con pareti curve in vetro trasparente, che si assottigliano verso la punta.

SALESFORCE PARK

Alla base della Salesforce Tower si trova il parco sopraelevato, Salesforce Park, lungo quasi 450 metri e largo 50, occupando la lunghezza di cinque isolati. L’area, che ricorda l’High Line di New York, si trova al quarto livello di una struttura avveneristica nella quale si trova un hub metropolitano che serve non solo la città di San Francisco.

Il parco panoramico è molto verde e curato. Aiuole, alberi esotici, prati sui quali sdraiarsi giochi d’acqua, panchine, installazioni artistiche e un anfiteatro sono solo alcune delle cose che si possono vedere. Molte sono anche le attività ricreative che vengono proposte e le aree gioco per i bambini, oltre a zone relax e commerciali.

Una delle installazioni del parco è la Bus Jet Fountain, una fontana che si aziona con il movimento delle corriere del piano inferiore.

SALESFORCE TRANSIT CENTER

L’attuale Salesforce Transit Center si trova nella stessa posizione di quello precedente costruito nel 1939. Questo era infatti la stazione di smistamento dei treni e dei bus di tutta l’area metropolitana e della Baia di San Francisco.

In seguito al terremoto del 1989, ci furono molti danni e dovette essere ristrutturato, così nel 2010 è stato avviato questo grandioso progetto urbanistico.

I lavori terminarono nel 2018, ma per problemi strutturali e migliorie venne temporaneamente chiuso per riaprire nell’estate del 2019.

L’imponente struttura si sviluppa su quattro livelli. Al piano terra si trovano negozi, ristoranti, biglietterie e le piattaforme della metropolitana. Sul secondo piano è ubicata la biglietteria e la sala di attesa delle corriere, oltre a negozi e ristoranti. Nel terzo livello la stazione delle corriere vera e propria. A completare il tutto lo scenografico parco al quale si accede con una cabinovia, chiamata gondola.

STRUTTURA DEL TRANSBAY TRANSIT CENTER

L’entrata principale del terminal si trova fra la Mission e la Fremont street,
La fantastica copertura esterna della struttura è fatta in alluminio bianco perforato che forma un affascinante disegno geometrico.

Anche all’interno, come sul giardino superiore si trovano installazioni artistiche e angoli curati.

Al piano terra è possibile vedere il Parallel Light Fields, un gioco di luci che partono dal rivestimento del soffitto ondulato il tutto accompagnato da panchine anch’esse illuminate, al fine di creare un movimento e accompagnare i visitatori lungo la Shaw Alley.

Il pavimento della grande hall al piano terra è stato pensato invece dall’artista Julie Chang. Disegni floreali sono accompagnati da motivi geometrici e etnici.

Infine il White Light, di Jenny Holzer, è un pannello a led con scritte che scorrono in circolo sopra il soffitto dell’atrio centrale.

In ogni caso entrare in questa struttura futuristica costituisce un’incredibile esperienza e una delle ultime novità che il Financial District di San Francisco regala ai visitatori.

EDIFICI STORICI DEL FINANCIAL DISTRICT

San Francisco vanta ancora diversi edifici storici risalenti alla metà del 1800.

WELLS FARGO MUSEUM

A pochi isolati dalla Transamerica Pyramid si trova il Wells Fargo Museum, in quella che fu la prima sede di questa banca a San Francisco. L’istituto bancario, che venne fondato nel1852,  a quel tempo espanse la sua attività con quella dei trasporti in diligenza, fondendosi con la Pony Express.

Nel museo sono esposti interessanti reperti storici come diligenze, vecchie fotografie, manufatti minerari, attrezzature telegrafiche. L’accesso è gratuito e la visita è accompagnata da  postazioni interattive e pannelli informativi.

FEDERAL RESERVE BUILDING

Il Federal Reserve Building ha ospitato la sede centrale di questa banca per quasi sessant’anni. La facciata anteriore è decorata con un colonnato ionico in stile Beaux-Arts e risale al 1924.

Nella grande hall centrale è possibile vedere il murale colorato “Traders of the Adriatic” del 1922. Su di esso sono ritratte scene veneziane con commercianti che accettano ricevute per merci in deposito. All’esterno si trova anche la moderna scultura in bronzo di “Dioniso e Ermes” creata dall’artista Arman nel 1986.

JACKSON SQUARE

Jackson Square è ciò che resta della parte più originale del primo nucleo del Financial District. Questa era l’area dei commerci che risale alla metà del 1800.

Alcuni edifici presentano ancora facciate in mattoni, rifiniture in ghisa e granito e scale antincendio esterne.

Il quartiere a quel tempo era sopranominato Barbary Coast per la presenza di locali di infimo ordine. Oggi invece qui ci sono molti negozi di antiquariato e studi artistici.

CORPORATE GODDESSES BUILDING

Uno dei grattacieli più curiosi e misteriosi è senz’altro il Corporate Goddesses Building, di fronte al Bank of America Building, sulla California Street.

Disegnato dall’archistar Philip Johnson, presenta curiose e inquietanti statue lungo tutto il cornicione del tetto. Create dall’artista Muriel Brunner queste 12 figure spettrali, sono altre oltre 3.5 metri. Con il loro aspetto bizzarro suscitano disparate interpretazioni da parte di chi le osserva o le scorge all’improvviso in mezzo alla selva dei grattacieli.

Embarcadero di San Francisco!!

gallery San Francisco!!

 

Please follow and like us:

Leave a Comment